Manifesto degli Studi approvato dal C.A. n.9 del 26/06/2017

1. INTRODUZIONE
1.1 FINALITÀ DEL MANIFESTO DEGLI STUDI

Il Manifesto degli studi raccoglie tutte le informazioni relative ai corsi di Diploma Accademico di I livello (triennio), di Diploma Accademico di II livello (biennio) e ai Corsi Liberi, attivi o attivabili presso il Conservatorio di Musica di Brescia e agli adempimenti formali e amministrativi di interesse degli studenti.

I corsi di Diploma Accademico di I e di II livello si fondano sui seguenti presupposti:

  • possesso di un titolo di studio e di una preparazione musicale idonei;
  • superamento dell’esame di selezione;
  • pagamento delle tasse di frequenza;
  • durata normale di tre anni accademici per i corsi di I livello e di due anni accademici per i corsi di II
  • livello;
  • frequenza delle attività formative;
  • partecipazione alle attività produttive del Conservatorio;
  • superamento degli esami o di altre forme di valutazione;
  • svolgimento della prova finale;
  • acquisizione di 180 crediti formativi accademici (CFA) per i Corsi Accademici di I livello e di 120 CFA per i Corsi Accademici di II livello;
  • rilascio del Diploma Accademico;
  • riconoscimento crediti e annullamento debiti.

Altre evenienze che possono verificarsi nella carriera di uno studente, contemplate dal Manifesto degli studi, sono:

  • assunzione della qualifica di studente impegnato a tempo parziale;
  • assunzione della qualifica di studente fuori corso;
  • reimmatricolazione, recupero della carriera pregressa e abbreviazione degli studi;
  • trasferimento a/da un’altra istituzione;
  • sospensione e riattivazione della carriera;
  • interruzione e ricongiungimento della carriera;
  • rinuncia al proseguimento degli studi;
  • decadenza dagli studi;
  • modalità di passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento.

I Corsi liberi si fondano sui seguenti presupposti:

  • superamento dell’esame di ammissione
  • pagamento delle tasse di frequenza
  • durata normale di un anno accademico, con possibilità di re-iscrizione per un massimo di sei anni consecutivi.
1.2 DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Le attività formative del Conservatorio di Brescia sono regolate dai seguenti documenti:

  • Regolamento didattico;
  • Calendario Accademico
  • Scadenziario dei Corsi Accademici
  • Regolamento dei Corsi liberi

Tali documenti sono consultabili sul sito www.consbs.it.

I cittadini stranieri possono inoltre trovare informazioni utili nel sito www.studiare-in-italia.it.

Per quanto riguarda i servizi resi dall’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, si faccia riferimento al sito.

2. OFFERTA FORMATIVA
2.1 CORSI ACCADEMICI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO

Corsi di diploma accademico di primo e secondo livello, attivabili presso il Conservatorio di musica “Luca Marenzio” di Brescia:

corsi accademici di I livello (TRIENNIO) corsi accademici di II livello (BIENNIO)
ARPA ARPA
ARPA RINASCIMENTALE E BAROCCA* BASSO ELETTRICO*
BASSO ELETTRICO BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ*
BATTERIA E PERCUSSIONI JAZZ CANTO
CANTO CANTO JAZZ*
CANTO JAZZ CHITARRA
CANTO RINASCIMENTALE E BAROCCO* CHITARRA JAZZ*
CHITARRA CLARINETTO
CHITARRA JAZZ CLARINETTO JAZZ*
CLARINETTO CLAVICEMBALO
CLARINETTO JAZZ COMPOSIZIONE
CLARINETTO STORICO* COMPOSIZIONE JAZZ*
CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE CONTRABBASSO
COMPOSIZIONE CONTRABBASSO JAZZ*
COMPOSIZIONE JAZZ* CORNO
CONTRABBASSO DIREZIONE D’ORCHESTRA
CONTRABBASSO JAZZ DIREZIONE DI CORO
CORNETTO FAGOTTO
CORNO FLAUTO
CORNO NATURALE MANDOLINO*
DIDATTICA DELLA MUSICA MUSICA DA CAMERA
DIREZIONE D’ORCHESTRA MUSICA VOCALE DA CAMERA
DIREZIONE DI CORO E COMPOSIZIONE CORALE OBOE
FAGOTTO ORGANO
FAGOTTO BAROCCO E CLASSICO* PIANOFORTE
FLAUTO
FLAUTO DOLCE* PIANOFORTE JAZZ*
FLAUTO TRAVERSIERE* SAXOFONO
LIUTO* SAXOFONO JAZZ*
MAESTRO COLLABORATORE STRUMENTI A PERCUSSIONE
MANDOLINO* TASTIERE ELETTRONICHE*
MUSICA ELETTRONICA** TROMBA
MUSICA VOCALE DA CAMERA TROMBA JAZZ*
OBOE TROMBONE
OBOE BAROCCO E CLASSICO* TROMBONE JAZZ*
ORGANO VIOLA
ORGANO E MUSICA LITURGICA* VIOLA DA GAMBA
PIANOFORTE VIOLINO
PIANOFORTE JAZZ VIOLINO JAZZ*
PREPOLIFONIA* VIOLONCELLO
SAXOFONO
SAXOFONO JAZZ
STRUMENTI A PERCUSSIONE
TASTIERE ELETTRONICHE
TROMBA
TROMBA JAZZ
TROMBA RINASCIMENTALE E BAROCCA*
TROMBONE
TROMBONE JAZZ
TROMBONE RINASCIMENTALE E BAROCCO*
VIOLA
VIOLA DA GAMBA
VIOLINO
VIOLINO BAROCCO*
VIOLINO JAZZ
VIOLONCELLO
VIOLONCELLO BAROCCO*

*piani di studio in attesa di approvazione ministeriale

** Approvato, aggiornamento 18 luglio 2016

2.2 MASTER DI PRIMO LIVELLO

I Master di primo livello sono rivolti a studenti in possesso del diploma accademico di I o II livello o diploma di vecchio ordinamento o di altro titolo di studio riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Non è consentita la contenmporanea iscrizione a un corso di Master ed altri corsi di studio Afam.Non sono previsti uditori esterni per i Master.

I Master annuali istituti presso il Conservatorio di Brescia sono:

-Corno a indirizzo solistico/orchestrale

-Musicoterpia e didattica inclusiva*

Per le modalità di iscrizione ai Master e relative tasse consultare il link del sito.

2.3 CORSI LIBERI

I Corsi liberi costituiscono un ampliamento non curriculare dell’offerta formativa del Conservatorio e sono rivolti a studenti interni o esterni all’Istituto; possono essere istituiti per tutte le Scuole previste negli ordinamenti tradizionali e accademici, nonché per ulteriori Scuole non comprese nei corsi di studio attivi nell’Istituto purché conformi alle finalità attinenti l’istruzione musicale.

Non sono richiesti particolari titoli di studio e non vi sono limiti di età per accedere ai Corsi liberi.

Le iscrizioni ai Corsi liberi si effettuano presentando domanda di iscrizione tramite l’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it.

I corsi liberi si articolano in tre differenti tipologie:

1. corsi liberi strumentali

2. corsi liberi di gruppo, relativi alla musica d’insieme

3. corsi liberi di gruppo,relativi alle materie teoriche

2.3.1 Corsi liberi strumentali

I corsi liberi strumentali possono prevedere un esame di ammissione.

Il Conservatorio comunicherà direttamente ai candidati le date dell’eventuale esame di ammissione di ciascun corso; gli interessati dovranno presentarsi in Conservatorio alla data richiesta e,se superato l’esame, potranno iscriversi entro i cinque giorni successivi.

L’esame di ammissione consiste in un’audizione, con programma libero di almeno dieci minuti, nella quale il candidato darà prova delle proprie capacità tecniche/strumentali inerenti la materia prescelta; la commissione ha la facoltà di interrompere in qualsiasi momento l’esecuzione e/o di richiedere al candidato ulteriori informazioni ritenute necessarie; inoltre è richiesto un breve colloquio inteso a verificare le motivazioni e il grado di conoscenza musicale e dei repertori. La verifica e il colloquio non sono richiesti per chi abbia già frequentato lo stesso corso nell’Anno accademico precedente e lo abbia concluso con verifica positiva.

La tassa d’iscrizione ai Corsi liberi strumentali è stabilita in € 700,00 viene ridotta a € 500,00 per gli allievi interni.

In caso di interruzione del corso da parte dell’allievo, la tassa di iscrizione non potrà essere restituita se non per gravi e documentati motivi.

L’articolazione del Corso comprende:

  1. dodici ore di lezioni individuali;
  2. dodici ore di lezioni collettive di musica d’insieme o altra materia paritetica;
  3. la possibilità di partecipare in qualità di uditore a qualsiasi insegnamento tenuto nel Conservatorio; tale partecipazione deve essere preventivamente concordata con il docente del corso prescelto;
  4. la possibilità di partecipazione alle produzioni musicali del Conservatorio, su parere favorevole del docente del Corso;
  5. la possibilità di usufruire dei servizi agli studenti forniti dal Conservatorio (biblioteca, computer dedicati agli studenti, ecc.).

Non sono previsti esami – oltre a quello di ammissione – né attribuzione di voti.

Al termine del Corso, a richiesta dell’interessato, sarà rilasciato un attestato comprovante la partecipazione al corso; su richiesta dello studente è possibile avere il riconoscimento dei CFA in misura proporzionale al numero di ore di lezione previo superamento di un esame di verifica a fronte di un programma proposto in concerto con il docente e approvato dal Dipartimento di appartenenza.

2.3.2 Corsi liberi di gruppo relativi alla musica d’insieme

I corsi liberi di gruppo offrono la possibilità ai non iscritti al Conservatorio di frequentare uno o pià corsi di gruppo (musica da camera). Anche in questo caso alla fine del corso viene rilasciato un attestato di partecipazione.

2.3.3 Corsi liberi collettivi relativi alle materie teoriche

I corsi liberi collettivi offrono la possibilitò di frequentare uno o più corsi non strumentali relativi alle materie teoriche (lettura teoria ear traning ecc..)

La tassa di iscrizione ai corsi liberi collettivi e di gruppo è di € 100,00 per il primo corso e di € 25,00 per i successivi.

 

3. AMMISSIONE, DEBITI FORMATIVI E IMMATRICOLAZIONE
3.1 REQUISITI DI AMMISSIONE

3.1.1 Cittadini comunitari e non comunitari

Ai corsi di Diploma Accademico di I e di II livello possono essere ammessi:

  • cittadini comunitari;
  • cittadini non comunitari equiparati ai cittadini comunitari;
  • cittadini non comunitari residenti all’estero.

I cittadini stranieri e, in particolare, non comunitari residenti all’estero devono fare riferimento al sito www.studiare-in-italia.it.

3.1.2 Titoli di studio per l’accesso ai Corsi Accademici di I livello

Per essere ammessi ad un corso di Diploma Accademico di I livello è necessario possedere un diploma di scuola secondaria superiore o un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

È consentita l’ammissione di candidati che denotino qualità artistiche particolarmente spiccate, ancorché privi del diploma di scuola secondaria superiore, che tuttavia dovrà essere conseguito prima di sostenere la prova finale di Diploma Accademico.

Gli studenti che non possiedano le certificazioni relative alle discipline previste nel ciclo di formazione preaccademica potranno essere ammessi con attribuzione di debiti formativi (vedi il successivo punto 3.2).

3.1.3 Titoli di studio per l’accesso ai Corsi Accademici di II livello

Per essere ammessi ad un corso di Diploma Accademico di II livello è necessario possedere uno dei titoli elencati di seguito:

  • Diploma di Conservatorio dell’ordinamento previgente (congiuntamente ad un diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo);
  • Diploma Accademico di I livello;
  • titolo accademico di I livello conseguito all’estero e riconosciuto idoneo;
  • Laurea dell’ordinamento previgente;
  • Laurea triennale;
  • Laurea conseguita all’estero e riconosciuta idonea.

Gli studenti che non accedono con il corrispondente titolo accademico di I livello conseguito presso il Conservatorio di Brescia potranno essere ammessi con attribuzione di debiti formativi (vedi il successivo punto 3.2).

3.1.4 Titoli di studio conseguiti all’estero

Il riconoscimento dei titoli di studio conseguiti all’estero è regolato dalla normativa di legge in vigore, della quale si può prendere visione nel sito www.studiare-in-italia.it.

Per i cittadini non comunitari è necessario che il titolo di studio secondario risponda ai requisiti essenziali indicati di seguito:

  • deve essere stato rilasciato da una scuola ufficiale del sistema educativo di appartenenza (per ufficiali s’intendono le scuole che le competenti autorità del sistema educativo di riferimento presentano come proprie, statali o non statali, ma legalmente riconosciute dallo stato o accreditate dall’autorità competente di quel paese);
  • deve essere valido per l’iscrizione all’Università nel sistema educativo di riferimento (quello secondo le cui norme esso è stato rilasciato);
  • deve essere stato rilasciato dopo almeno 12 anni di scolarità complessiva dalla scuola elementare sino alla fine della scuola secondaria (nel calcolo della scolarità non bisogna tenere conto degli anni scolastici eventualmente ripetuti, ma, se previsto dal sistema educativo di riferimento, va considerato l’anno pre-scolare, a condizione che esso costituisca parte integrante del curriculum, a frequenza obbligatoria, e che il relativo programma preveda l’insegnamento della lettura e della scrittura nella lingua materna, e i primi elementi del calcolo aritmetico);
  • deve dare accesso, nel sistema educativo di riferimento, ad un corso di studio analogo a quello al quale s’intende iscriversi in Italia.

3.1.5 Competenze musicali

Per essere ammessi a frequentare un corso accademico di I o di II livello è richiesta un’adeguata preparazione iniziale in campo musicale e, più in particolare, nell’indirizzo al quale è intitolato il corso di diploma prescelto.

Tale preparazione sarà accertata attraverso l’esame di ammissione, i cui programmi sono pubblicati sul sito internet www.consbs.it.

3.1.6 Competenze linguistiche per i cittadini non comunitari

Per accedere ai Corsi Accademici di I e di II livello, cittadini comunitari non italiani e i cittadini non comunitari devono dimostrare di possedere una conoscenza della lingua italiana adeguata.

Per verificare la competenza linguistica, i candidati saranno sottoposti ad una prova di accertamento di comprensione scritta e orale di italiano. Il mancato superamento della prova impedisce l’iscrizione a qualsiasi corso di studio accademico di I o di II livello. Pertanto, i candidati che non dovessero risultare idonei in tale prova, non saranno ammessi a sostenere l’esame di strumento.

3.1.7 Contemporanea iscrizione a due corsi di studio di Primo o Secondo Livello

E’ possibile la contemporanea iscrizione ad un Corso Accademico di I o di II livello presso l’Università e presso il Conservatorio di Brescia. Le modalità organizzative sono regolate dal D.M. del 28 Settembre 2011 e prevedono un limite massimo di 90 crediti formativi per ciascun anno accademico, fatti salvi quelli conseguiti per le discipline valutabili in entrambi gli ordinamenti.

3.2 ESAME DI AMMISSIONE

3.2.1 Accesso all’esame di ammissione
L’accesso all’esame di ammissione per i Corsi Accademici di I e di II livello è soggetto:

  • alla presentazione della domanda di ammissione all’esame di selezione, per la quale ci si servirà dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o collegandosi direttamente al portale di Isidata.net, alla quale sarà restituito debitamente compilato e corredato della documentazione richiesta, nonché delle attestazioni dei versamento dovuti;
  • al versamento della tassa di esame dell’ammontare di € 6,04, non restituibile, sul conto corrente postale n° 1016, intestato a “Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara”, con la causale “Tassa esame di selezione” (i candidati stranieri sono esonerati dal versamento di tale tassa);
  • al versamento del contributo dell’esame di ammissione dell’ammontare di € 30,00 mediante bonifico bancario intestato al Conservatorio.

La domanda di ammissione va presentata in forma completa entro i termini stabiliti da calendario accademico o tramite news pubblicata sul sito
3.2.2 Modalità di esame e graduatorie
L’ammissione agli studi è subordinata al superamento di un esame di ammissione che valuti le conoscenze e le capacità musicali e culturali dei candidati. A seguito dell’esame di ammissione sarà stilata una graduatoria di idoneità con votazione in trentesimi. L’effettiva ammissione avverrà sulla base dei posti disponibili.

Le informazioni relative ai programmi e alle prove degli esami di ammissione sono pubblicate sul sito www.consbs.it. L’esame di ammissione al Corso Accademico di I livello consiste in una prova esecutiva equivalente a quanto previsto nell’esame di certificazione di livello avanzato del Corso Preaccademico, per tutti i candidati, inclusi coloro che già possiedono una certificazione delle competenze avanzate.

Si ricorda che il superamento dell’esame di ammissione per possesso di requisiti ed abilità esecutive, non esclude la possibilità di attribuzione di debiti formativi relativi alle discipline per le quali non si possiedano le certificazioni richieste nel percorso formativo pre-accademico. (Si rinvia alla lettura del Regolamento dei corsi preaccademici). Lo studente che non risulti in possesso di tali certificazioni dovrà sottoporsi ad un test d’ingresso volto a valutare le effettive competenze di ciascuno. L’esito negativo di tali prove non compromette l’ammissione.
3.2.3 Debiti formativi per i corsi accademici di I livello
I candidati che risulteranno idonei all’esame di ammissione per il Corso Accademico di I livello e non in possesso dei seguenti tioli del vecchio o del nuovo ordinamento:

  • Licenza di Teoria e Solfeggio o Certificazione di fine corso di Lettura, Teoria, Ear Training;
  • Licenza di Cultura Musicale Generale o Certificazione di fine corso di Teoria dell’armonia e analisi;
  • Licenza di Storia della Musica o Certificazione di fine corso di Storia della Musica;
  • Diploma di maturità conseguito presso il Liceo Musicale;

dovranno sostenere un test di verifica delle competenze nelle seguenti materie:

  • Lettura, Teoria, Ear Training
  • Teoria dell’armonia e analisi
  • Storia della musica
  • Pratica pianistica *(esclusi gli studenti dei corsi jazz)

L’esito negativo di tale test non compromette l’ammissione al Triennio, bensì servirà a stabilire eventuali debiti formativi da sanare prima del completamento del percorso triennale.

Fino all’avvenuto superamento dell’esame di recupero del debito lo studente non potrà frequentare la materia corrispondente né sostenere i relativi esami, come da tabella seguente:

debito esame
Lettura, teoria e ear training Semiografia musicale

Ear Training

Storia della musica Storia e storiografia della musica
Armonia e analisi Analisi delle forme compositive

Per gli studenti con debito formativo che ne fanno richiesta, il Conservatorio attiva appositi corsi di recupero, della durata di un anno accademico, cui si può accedere per ogni corso gratuitamente il primo anno e versando la relativa quota di € 50 per gli eventuali anni successivi. I corsi di recupero sono aperti per la durata di un anno anche agli studenti non ammessi al Conservatorio per mancanza di posti pur avendo ottenuto l’idoneità.
3.2.4. Debiti formativi per i corsi accademici di II livello
I candidati che risulteranno idonei all’esame di ammissione per il Corso Accademico di II livello e non in possesso del Diploma Accademico di I livello o non in possesso dei seguenti titoli del vecchio o del nuovo ordinamento:

  • Licenza di Teoria e Solfeggio o Certificazione di fine corso di Lettura, Teoria, Ear Training;
  • Licenza di Cultura Musicale Generale o Certificazione di fine corso di Teoria dell’armonia e analisi;
  • Licenza di Storia della Musica o Certificazione di fine corso di Storia della Musica;
  • Diploma di maturità conseguito presso il Liceo Musicale;

dovranno sostenere un test di verifica delle competenze nelle suddette materie. Tale test non compromette l’ammissione al Biennio ma servirà a stabilire eventuali debiti formativi da sanare prima del completamento del percorso biennale.

3.3 IMMATRICOLAZIONE AL I ANNO

3.3.1 Domanda di immatricolazione
I candidati che, nella graduatoria di idoneità stilata in seguito all’esame di ammissione, occupino una posizione utile all’ammissione agli studi, possono presentare la domanda di immatricolazione, servendosi dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o distribuito dalla Segreteria Studenti, alla quale sarà restituito debitamente compilato e corredato della documentazione richiesta, nonché delle attestazioni dei versamenti dovuti. La domanda va presentata entro i termini stabiliti dal regolamento tasse e contributi.
3.3.2 Documenti da allegare alla domanda di immatricolazione
Alla domanda di immatricolazione devono essere allegati i seguenti documenti:

  1. a) titolo di studio di accesso
  • per gli studenti in possesso di titolo di studio italiano: è sufficiente l’autocertificazione resa nella domanda di immatricolazione;
  • per gli studenti in possesso di titolo di studio estero: il titolo di studio originale deve essere corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana, nonché di legalizzazione e di dichiarazione di valore in loco, in stesura originale, a cura della rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per territorio (per ulteriori informazioni ci si riferisca al sito studiare-in-italia.it);
  1. b) due fotografie formato tessera;
  2. c) fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
  3. d) per i cittadini non comunitari residenti all’estero: la copia della ricevuta dell’istanza di permesso di soggiorno rilasciata da Poste Italiane, accompagnata dalla copia del passaporto con lo specifico visto d’ingresso per motivi non turistici rilasciato dalla Questura, oppure la copia del permesso di soggiorno in corso di validità;
  4. e) per i laureati o diplomati presso università e istituzioni AFAM italiane che si immatricolano per il conseguimento di un ulteriore titolo accademico: l’autocertificazione o il certificato in bollo di laurea o di diploma con l’indicazione del titolo conseguito, degli esami sostenuti e del titolo della tesi discussa, con allegata domanda di convalida degli esami redatta in carta semplice.
  5. f) l’eventuale richiesta della qualifica di studente impegnato a tempo parziale;
  6. g) l’attestazione del versamento del contributo annuale omnicomprensivo  per l’Anno Accademico per cui si richiede l’iscrizione;
  7. h) la ricevuta del bonifico della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario.
  8. j) l’eventuale richiesta di riconoscimento crediti per attività precedenti l’immatricolazione;

Lo studente dovrà inoltre compilare on line il piano di studi tramite il portale di Isidata.net.

3.3.3 Domanda di ricognizione degli studi pregressi
È facoltà dello studente chiedere una ricognizione degli studi pregressi al fine di conoscere quali attività precedentemente svolte possano dare luogo a dei riconoscimenti di CFA utili al conseguimento del titolo di studio. Tale ricognizione è esercitabile, a domanda dello studente e a titolo oneroso se chiesta prima dell’immatricolazione, a titolo gratuito se chiesta a seguito dell’iscrizione ed entro il 31 dicembre dell’anno di immatricolazione oppure nuovamente a titolo oneroso se richiesta in periodi successivi. Nei casi in cui sia a titolo oneroso, lo studente dovrà versare la tassa di € 100,00.
3.3.4 Compilazione del piano di studi
Il piano di studi va compilato on line inserendo le discipline obbligatorie e opzionali previste dall’ordinamento didattico relativo al proprio corso di studi, pubblicato sul sito del Conservatorio; possono inoltre essere inserite, quali “attività formative a scelta dello studente”, una o più materie tra quelle attivate per il corrente Anno Accademico; l’elenco delle materie a scelta è disponibile sul sito www.consbs.it.

Dopo la pubblicazione del calendario delle lezioni è possibile modificare il piano di studi per la parte riguardante le materie a scelta. Il piano di studi potrà essere modificato entro il 15 novembre.

Gli studenti iscritti a tempo parziale devono indicare nel piano di studi le discipline che intendono effettivamente frequentare durante l’Anno Accademico cui si riferisce il piano di studi; per le discipline individuali è necessario indicare la quota del monte ore complessivo che si intende frequentare.

Il piano di studi deve essere approvato dalla Commissione Didattica. Lo studente può nel corso dell’anno proporre modifiche al proprio piano di studi, che saranno approvate compatibilmente con le esigenze di funzionalità dei singoli corsi.

4. FREQUENZA E ACQUISIZIONE CREDITI FORMATIVI ACCADEMICI
4.1 NORME RELATIVE ALLA FREQUENZA

Salvo specifiche disposizioni, la frequenza delle lezioni di tutte le materie è obbligatoria con le seguenti modalità:

  1. a) il numero minimo di presenze degli studenti non può essere inferiore alla quota delle ore previste per ciascun corso stabilita dalla tabella seguente, salvo eventuali deroghe che i singoli docenti potranno prevedere sotto la loro diretta responsabilità;
TIPOLOGIA FREQUENZA MINIMA
DISCIPLINE COLLETTIVE TEORICHE 1/2
DISCIPLINE RELATIVE ALLA MUSICA D’INSIEME E LABORATORI SENZA ESAME 3/4
ALTRE DISCIPLINE 2/3
  1. b) la continuità del lavoro dello studente è attestata dal singolo docente del corso ed è necessaria per il sostenimento dell’esame o per ogni altra forma di verifica indicata dal docente prima dell’inizio delle lezioni.
4.2 ACQUISIZIONE DEI CREDITI FORMATIVI ACCADEMICI

4.2.1 Modalità di acquisizione dei CFA
I CFA (Crediti Formativi Accademici) si possono acquisire con le seguenti modalità:

  • frequenza di corsi o laboratori che non prevedono un esame finale*;
  • superamento degli esami delle discipline del piano di studi;
  • riconoscimento di attività svolte al di fuori del percorso formativo (in questo caso è necessario presentare richiesta tramite apposito modulo e relativa documentazione).

* L’idoneità per le materie senza esame può essere conseguita con la sola frequenza o con una forma di verifica, qualora il docente lo ritenga necessario.
4.2.2 Modalità degli esami
Gli esami di profitto possono essere sostenuti solo successivamente alla conclusione dell’insegnamento dallo studente che abbia adempiuto all’obbligo di frequenza previsto.

Lo studente che intenda sostenere un esame è tenuto a iscriversi on line tramite il portale Isidata fino a  7 giorni prima della data fissata.
4.2.3 Riconoscimento di crediti per attività extracurriculari
La richiesta di riconoscimento di CFA va presentata entro le seguenti scadenze:

  • 31 maggio
  • 30 settembre
  • 31 gennaio

Entro i 7 giorni successivi a ogni scadenza la Commissione Didattica dovrà riunirsi per la valutazione delle domande di riconoscimento CFA.

I crediti verranno assegnati in base alla seguente tabella:

denominazione attività n. ore quantificate per ogni singolo titolo n. titoli necessari per ottenere 1 credito
Attività concertistica interna 4 ore 6 titoli
Attività concertistica esterna 6 ore 4 titoli
Master di perfezionamento esterni 12 ore 2 titoli
Attività di tirocinio d’insegnamento 1 credito per ogni anno di insegnamento

Potrà essere inoltre riconosciuta l’attività di tutor a favore di studenti stranieri, con modalità, e relativa assegnazione di crediti, da concordare con la Commissione didattica.

5. PROVA FINALE
5.1 SCELTA DEL RELATORE

Il relatore della tesi dovrà essere scelto tra i docenti dei corsi effettivamente frequentati dallo studente durante il percorso di studi. Altri docenti, compresi eventualmente esterni a contratto, potranno figurare quali co-relatori.

5.2 ARGOMENTO E TITOLO
  • L’argomento della tesi deve essere approvato dalla Commissione Didattica;
  • il candidato dovrà presentare una domanda, sottoscritta dal relatore, di accettazione dell’argomento della tesi, descritto in circa 10 righe di testo; il titolo definitivo dovrà essere specificato al momento della consegna dell’elaborato scritto;
  • l’argomento dovrà essere presentato alla segreteria didattica non oltre le date seguenti:
    • per la sessione di laurea estiva: 28 febbraio
    • per la sessione di laurea autunnale: 30 giugno
    • per la sessione di laurea invernale: 31 ottobre
5.3 MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA FINALE

5.3.1 Studenti dei corsi strumentali
gli studenti dei corsi strumentali sia classici che jazz potranno scegliere tra le seguenti modalità di svolgimento della prova finale

modalità A)

  • esecuzione strumentale, connessa con l’argomento della tesi, di durata compresa tra i 10 e i 20 minuti per il triennio di I livello e tra i 20 e i 30 minuti per il biennio di II livello;
  • elaborato scritto consistente in un testo di non meno di 30.000 caratteri spazi esclusi per il triennio di I livello, 50.000 per il biennio di II livello, integrato da eventuali trascrizioni, esempi musicali o altri materiali utili.

Modalità B)

  • esecuzione strumentale, connessa con l’argomento della tesi, di durata compresa tra i 30 e i 40 minuti per il triennio di I livello e tra i 40 e i 50 minuti per il biennio di II livello;
  • programma di sala relativo al programma strumentale, in lingua italiana o inglese.

5.3.2 Studenti dei corsi non strumentali
1) La prova finale consisterà nella discussione dell’elaborato scritto e in una prova di carattere interpretativo e/o compositivo da svolgersi secondo le seguenti modalità:

  • per gli studenti di Composizione: presentazione di un lavoro compositivo connesso con l’argomento della tesi, per organico libero, di durata compresa tra i 5 e i 10 min per il triennio e tra i 10 e i 20 minuti per il biennio;
  • per gli studenti di Musica corale e direzione di coro: discussione delle tecniche di direzione connesse a una partitura vocale/corale analizzata nell’elaborato scritto, oppure presentazione di una composizione per coro di durata compresa tra i 5 e i 10 min per il triennio e tra i 10 e i 20 minuti per il biennio;
  • per gli studenti di Direzione d’orchestra: discussione delle tecniche di direzione connesse a una partitura orchestrale analizzata nell’elaborato scritto;
  • per gli studenti di Composizione jazz: esecuzione di un programma, connesso con l’argomento della tesi, comprendente composizioni originali e/o arrangiamenti, di durata compresa tra i 10 e i 20 minuti per il triennio di I livello e tra i 20 e i 30 minuti per il biennio di II livello e presentazione della relativa partitura;

2) L’elaborato scritto dovrà consistere in un testo di non meno di 30.000 caratteri spazi esclusi per il triennio di I livello, 50.000 per il biennio di II livello, integrato da eventuali trascrizioni, esempi musicali o altri materiali utili.
5.3.3 Studenti del corso di Didattica della musica

  • presentazione e discussione di un elaborato scritto di argomento attinente agli studi svolti nel triennio;
  • esecuzione strumentale di due brani preferibilmente connessi con lo sviluppo della tesi e argomentazione in merito alla valenza formativa degli stessi.

5.3.4 Programma strumentale
Le prove esecutive di cui ai punti precedenti potranno comprendere brani già oggetto di precedenti esami in una misura non superiore al 30% della durata totale dell’esecuzione.
5.3.5 Scadenze
L’elaborato scritto dovrà essere consegnato in segreteria in n. di 3 copie cartacee e una copia su supporto informatico, unitamente al Libretto degli Esami e alla Domanda di discussione della tesi. Le scadenze per la consegna sono le seguenti:

  • per la sessione di laurea estiva: 10 giugno
  • per la sessione di laurea autunnale: 10 ottobre
  • per la sessione di laurea invernale: 10 febbraio

5.3.6 Redazione del testo
Nella stesura dell’elaborato scritto si invitano gli studenti ad attenersi alle norme contenute nel testo “Suggerimenti per la redazione della tesi”, consultabile  sul sito www.consbs.it

5.4 VALUTAZIONE

Il voto finale sarà espresso in centodecimi.

Il calcolo della media dei voti e il punteggio attribuito alla prova finale vengono effettuati secondo le seguenti procedure:

  • 
calcolo della media ponderata:
    1. per ogni esame superato dal candidato, la votazione viene moltiplicata per il numero dei crediti corrispondenti; la lode attribuita ad un esame viene equiparata a una votazione di punti 32;
    2. 
tutti i valori così ottenuti vengono sommati;
    3. la somma ottenuta al precedente punto b. viene divisa per la somma dei crediti relativi alle discipline per le quali viene attribuito un voto;
    4. il risultato di cui al precedente punto c. costituisce la media di partenza del candidato;
    5. 
tale media di partenza, inizialmente in trentesimi, viene rapportata ad un voto in centesimi;
  • attribuzione del voto finale:
    1. la Commissione d’esame potrà attribuire alla prova finale un massimo di 15 punti; tale punteggio verrà sommato alla media di partenza;
    2. 

nel caso che il candidato raggiunga o superi i 110 punti complessivi, la Commissione ha facoltà di assegnare la lode allʼunanimità.
6. ISCRIZIONE AGLI ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO
6.1 DOMANDA DI ISCRIZIONE

Gli studenti in corso o fuori corso devono presentare la domanda di iscrizione per l’anno accademico successivo servendosi dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it  debitamente compilato e corredato della documentazione richiesta, nonché delle attestazioni dei versamenti dovuti, dal 1 al 31 Luglio di ogni anno.

L’iscrizione dopo il 31 Luglio è consentita con termine ultimo 31 ottobre previo pagamento della mora di € 100,00.

Si precisa che lo studente che non formalizzi l’iscrizione entro tale termine sarà dichiarato decaduto dagli studi.

Non sono tenuti a presentare la domanda di iscrizione entro il 31 luglio:

  • gli studenti diplomandi, vale a dire coloro che nell’anno accademico corrente abbiano ottemperato a tutti gli obblighi di frequenza e intendano sostenere la prova finale entro la sessione invernale (febbraio-marzo);
  • gli studenti che abbiano assolto tutti gli obblighi di frequenza e che debbano solo sostenere esami;
  • gli studenti che abbiano ottenuto la sospensione o l’interruzione della carriera.
  • gli studenti fuori corso

Nel caso di mancato conseguimento del titolo entro la sessione invernale, gli studenti diplomandi saranno tenuti a presentare la domanda di iscrizione all’Anno Accademico in corso e a versare tasse e contributi non aumentati del diritto di mora entro il 31 Marzo.Decorso tale termine, tasse e contributi saranno aumentati del diritto di mora stabilito in € 100,00. Sono tenuti a presentare la domanda di iscrizione e a versare le tasse e i contributi previsti gli studenti diplomandi che intendano usufruire di servizi quali la mobilità internazionale e la collaborazione a tempo parziale.

6.2 DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI ISCRIZIONE

Alla domanda di iscrizione devono essere allegati i seguenti documenti:

  1. a) l’eventuale richiesta della qualifica di studente impegnato a tempo parziale;
  2. b) per i cittadini non comunitari residenti all’estero: la copia della ricevuta dell’istanza di permesso di soggiorno rilasciata da Poste Italiane, accompagnata dalla copia del passaporto con lo specifico visto d’ingresso per motivi non turistici rilasciato dalla Questura, oppure la copia del permesso di soggiorno in corso di validità;
  3. c) lla ricevuta del bonifico relativo al contributo omnicomprensivo annuale per l’Anno accademico per cui si richiede l’iscrizione (vedi Regolamento tasse e contributi sul sito www.consbs.it.
  4. d) l’attestazione del versamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario;
  5. f) la fotocopia del libretto d’esami.
7. STUDENTI IMPEGNATI A TEMPO PARZIALE
7.1 CRITERI GENERALI

Dal 1 luglio al 15 ottobre di ciascun anno lo studente può presentare la domanda per ottenere la qualifica di studente impegnato a tempo parziale nelle attività didattiche per l’Anno Accademico seguente. Lo stato giuridico di studente impegnato a tempo parziale si acquisisce attivando con il Conservatorio di Brescia un rapporto contrattuale su base di reciprocità.

Lo studente impegnato a tempo parziale si impegna ad acquisire entro la terza sessione d’esame di ciascun anno (28 febbraio), nel doppio della durata normale del corso di studi, non meno di 12 e non più di 42 crediti formativi accademici per ciascun anno. Lo studente ottiene contestualmente il prolungamento dello stato di studente in corso.

Può chiedere la qualifica di studente impegnato a tempo parziale ogni studente immatricolato o iscritto agli anni normali del corso di Diploma Accademico di I o di II livello che, per motivi di lavoro, di famiglia o personali, ritenga di non essere nelle condizioni per poter avanzare nella carriera accademica nei tempi normali previsti dal Regolamento didattico del Conservatorio di Brescia.

La condizione di studente impegnato a tempo parziale consente di distribuire le frequenze degli insegnamenti annuali in due annualità. I CFA acquisiti all’atto del superamento dei relativi esami di profitto saranno interamente computati nell’annualità prevista nel proprio piano degli studi.

La domanda per ottenere la qualifica di studente impegnato a tempo parziale deve essere presentata servendosi dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it  debitamente compilato.

Lo studente impegnato a tempo parziale:

  • ha l’obbligo di compilare il piano di studio per gli anni accademici nei quali assume tale qualifica;
  • deve versare ogni anno per intero la tassa regionale per il diritto allo studio universitario;
  • deve versare, nel primo anno nel quale gode della qualifica,la prima rata del contributo annuale omnicomprensivo e nel secondo anno la seconda rata in riferimento al Regolamento tasse e contributi.
7.2 RIPETIBILITA’ DELLA DOMANDA E LIMITAZIONI

La qualifica di studente impegnato a tempo parziale ha la durata dell’Anno Accademico nel quale la si richiede e del successivo Anno Accademico addizionale.

La qualifica di studente impegnato a tempo parziale può essere ottenuta anche in ulteriori Anni Accademici, ripresentando la relativa domanda, prolungando la durata degli studi fino al doppio della durata prevista per i Corsi Accademici di I e di II livello.

7.3 PERDITA DELLA QUALIFICA DI STUDENTE A TEMPO PARZIALE

Lo studente che negli Anni Accademici nei quali assume la qualifica di studente impegnato a tempo parziale acquisisca meno di 12 o più di 42 CFA, perde tale qualifica ed è tenuto a corrispondere le quote dei contributi accademici previsti.

Lo studente che chieda la sospensione degli studi o presenti domanda di ritiro perde la qualifica di studente impegnato a tempo parziale è tenuto a corrispondere la quota dei contributi accademici previsti.

Lo studente che presenti la domanda per sostenere l’Esame finale prima della conclusione del ciclo degli anni normali di corso aumentati dell’anno o degli anni nei quali ha ottenuto la qualifica di studente impegnato a tempo parziale, prima della prova finale è tenuto a rimborsare le quote dei contributi accademici per le quali aveva goduto dell’esenzione.

7.4 RINUNCIA DELLA QUALIFICA DI STUDENTE A TEMPO PARZIALE

In casi eccezionali e debitamente documentati, uno studente che abbia acquisito la qualifica di studente a tempo parziale, nell’Anno Accademico successivo potrà richiedere la qualifica di studente impegnato a tempo pieno, rinunciando a usufruire del prolungamento di un anno per il completamento degli studi. In tale evenienza lo studente risulterà iscritto all’anno di corso successivo e sarà tenuto a maturare le frequenze residue dell’anno di corso precedente.

La domanda per la rinuncia della qualifica di studente impegnato a tempo parziale deve essere presentata dal 1 luglio al 15 ottobre servendosi dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o distribuito dalla Segreteria studenti, alla quale sarà restituito debitamente compilato.

In caso di accoglimento dell’istanza lo studente sarà tenuto a corrispondere la quota dei contributi accademici per la quale aveva goduto dell’esenzione maggiorate delle more e interessi per ritardato pagamento.

8. STUDENTI FUORI CORSO
8.1

Lo studente che, pur avendo completato gli anni della durata regolare del corso di studio, non abbia acquisito i Crediti Formativi Accademici sufficienti per essere ammesso a sostenere la Prova finale potrà usufruire di ulteriori Anni Accademici per completare il percorso formativo assumendo la qualifica di “studente fuori corso”. Tale qualifica può essere acquisita solo se sono stati maturati almeno 60 CFA.

Lo studente che non conclude il corso di studi entro il doppio della durata dei corsi, ai sensi dell’Art.14 del Regolamento Didattico, è dichiarato decaduto.

Gli studenti fuori corso devono presentare regolare domanda di reiscrizione entro il 31 marzo compilando il piano di studi on line con le materie che intendono rifrequentare.

9. REIMMATRICOLAZIONE, RECUPERO DELLA CARRIERA PREGRESSA E ABBREVIAZIONE DEL CORSO DI STUDI
9.1 DOMANDA DI REIMMATRICOLAZIONE

Possono presentare la domanda di reimmatricolazione coloro che siano stati già iscritti ad un corso di studio del Conservatorio di Brescia o di un altro conservatorio o di un’università o di un’accademia e che abbiano rinunciato agli studi.

Per ottenere la reimmatricolazione ci si serve dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it , alla quale sarà restituito debitamente compilato e corredato della documentazione richiesta, nonché delle attestazioni dei versamenti dovuti.

Il periodo di presentazione della domanda di reimmatricolazione va dal 1 al 31 Luglio.

9.2 PROCEDURA DI AMMISSIONE

Coloro che intendono ottenere la reimmatricolazione sono tenuti a sostenere l’esame di ammissione previsto per il corso prescelto seguendo la procedura in precedenza illustrata. Saranno ammessi nel caso occupino una posizione utile nella graduatoriadi idoneità, stilata in seguito all’esame di selezione.

9.3 RECUPERO DELLA CARRIERA PREGRESSA E ABBREVIAZIONE DEL CORSO DI STUDI

Prima di presentare la domanda di reimmatricolazione è possibile sottoporre alla Commissione Crediti i dati relativi alla precedente carriera accademica, fornendo l’indicazione esatta e l’opportuna documentazione di tutte le attività formative svolte in passato. La commissione prospetterà i possibili riconoscimenti delle attività formative già svolte in considerazione della congruenza con il corso di studi che si intende intraprendere e della valutazione dell’eventuale obsolescenza delle competenze già acquisite. La commissione potrà inoltre valutare la possibilità di abbreviare il corso di studio in ragione delle attività formative svolte nella carriera precedente. Per la formale ricognizione degli studi pregressi prima dell’iscrizione, lo studente reimmatricolando dovrà versare la tassa di € 100,00 non rimborsabili.

9.4 DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI REIMMATRICOLAZIONE

Alla domanda di reimmatricolazione devono essere allegati i seguenti documenti:

  1. a) titolo di studio di accesso
  • per gli studenti in possesso di titolo di studio italiano: è sufficiente l’autocertificazione resa nella domanda di reimmatricolazione;
  • per gli studenti in possesso di titolo di studio estero: il titolo di studio originale deve essere corredato di traduzione ufficiale in lingua italiana, nonché di legalizzazione e di dichiarazione di valore in loco, in stesura originale, a cura della rappresentanza diplomatica o consolare italiana competente per territorio (per ulteriori informazioni si faccia riferimento al sito studiare-initalia.it);
  1. b) l’indicazione esatta e l’opportuna documentazione di tutte le attività formative svolte in passato;
  2. c) due fotografie formato tessera; d) la fotocopia di un documento d’identità in corso di validità;
  3. e) per i cittadini non comunitari residenti all’estero: la copia della ricevuta dell’istanza di permesso di soggiorno rilasciata da Poste Italiane, accompagnata dalla copia del passaporto con lo specifico visto d’ingresso per motivi non turistici rilasciato dalla Questura, oppure la copia del permesso di soggiorno in corso di validità;
  4. f) l’eventuale richiesta della qualifica di studente a tempo parziale;
  5. g) la ricevuta del bonifico relativo al versamento del contributo annuale omnicomprensivo per l’Anno accademico a venire;
  6. h) l’attestazione del versamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario;

Lo studente dovrà inoltre compilare on line il piano di studi tramite il portale www.isidata.net.

10. TRASFERIMENTI FRA CONSERVATORI O ALTRE ISTITUZIONI ACCADEMICHE
10.1 TRASFERIMENTI IN ENTRATA

10.1.1 Criteri generali
In qualunque anno di corso, eccettuato il primo, uno studente proveniente da un’istituzione di formazione superiore può richiedere il trasferimento al Conservatorio di Brescia. Non è consentito il trasferimento agli studenti che devono sostenere la sola prova finale per il conseguimento del titolo di studio.

I trasferimenti verso Corsi Accademici di I e di II livello sono consentiti solo in caso di identità di denominazione del corso, nei limiti dei posti disponibili, previo esame volto all’inserimento nella graduatoria degli idonei per l’anno accademico cui si riferisce.

Le tasse eventualmente versate dallo studente presso l’Istituzione di provenienza non saranno riconosciute, pertanto le tasse e il contributo annuale omnicomprensivo  relativi all’Anno Accademico a venire dovranno essere versati per intero presso il Conservatorio di Brescia.

10.1.2 Domanda di valutazione
Prima di inoltrare la domanda di trasferimento l’interessato può presentare una domanda di ricognizione per conoscere l’assegnazione di debiti formativi da ripianare nel prosieguo degli studi.

La domanda di ricognizione va presentata in carta libera alla Segreteria studenti.

La domanda di ricognizione può essere presentata in qualsiasi momento, fermi restando i termini di scadenza per la presentazione della domanda di trasferimento.

Per la ricognizione degli studi pregressi prima dell’iscrizione, lo studente dovrà versare la tassa di € 100,00.
10.1.3 Domanda di trasferimento

La domanda di trasferimento deve essere presentata dal 1 luglio al 31 luglio di ciascun anno.

Copia della domanda di trasferimento dovrà essere presentata, a cura dell’interessato, alla Segreteria studenti dell’Istituzione di provenienza.
10.1.4 Domanda di immatricolazione in seguito al trasferimento
Alla domanda di immatricolazione devono essere allegati i seguenti documenti:

  1. a) l’eventuale richiesta della qualifica di studente a tempo parziale;
  2. b) la ricevuta del bonifico relativo al versamento del contributo annuale omnicomprensivo per l’Anno accademico a venire;
  3. c) l’attestazione del versamento della tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario;
  4. d) due fotografie formato tessera; e) la fotocopia di un documento di identità in corso di validità;

Lo studente dovrà inoltre compilare on line il piano di studi tramite il portale di Isidata.net.

10.2 TRASFERIMENTI IN USCITA

Uno studente del Conservatorio di Brescia può richiedere il trasferimento verso altri Conservatori nonché verso altre Istituzioni di Formazione Superiore purché abbia sostenuto almeno un esame di profitto per qualsiasi disciplina curricolare del corso di studi prescelto. Non è consentito il trasferimento agli studenti che devono sostenere la sola prova finale.

Lo studente del Conservatorio di Brescia che intenda trasferirsi deve essere in regola con l’iscrizione e il versamento di tasse e contributi relativi all’Anno Accademico nel quale intende ottenere il trasferimento e a tutti gli anni precedenti.

Lo studente che intenda trasferirsi è tenuto a informarsi dei termini e delle modalità praticati dall’Istituzione che lo riceverà.

Copia della domanda di trasferimento inoltrata all’Istituzione ricevente dovrà essere inoltrata alla Segreteria studenti del Conservatorio di Brescia.

Lo studente che abbia ottenuto il trasferimento ad un altro Istituto non potrà fare ritorno al Conservatorio di Brescia prima che sia trascorso un Anno Accademico, a meno che la domanda di ritorno sia giustificata da gravi motivi.
10.2.2 Rimborso di contributi e tasse
Lo studente che presenti contestualmente domanda di iscrizione e domanda di trasferimento in uscita è esentato dal pagamento della I rata di frequenza, la quale tuttavia sarà dovuta in caso di mancato trasferimento.

In caso di presentazione di domanda di trasferimento successiva alla domanda di iscrizione, su richiesta dell’interessato è previsto il rimborso dell’eventuale pagamento della I rata di frequenza per l’Anno Accademico entrante.

Non è invece restituibile la tassa regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

La domanda di rimborso deve essere presentata entro 30 giorni dall’inizio delle lezioni: trascorso tale termine, decade ogni diritto di rimborso e lo studente sarà tenuto al versamento delle tasse per l’intera annualità.

11. SOSPENSIONE, INTERRUZIONE, RIATTIVAZIONE E RICONGIUNGIMENTO DELLA CARRIERA
11.1 SOSPENSIONE DELLA CARRIERA

11.1.1 Criteri generali
La sospensione della carriera può essere richiesta da uno studente iscritto ad un Corso Accademico di I livello o di II livello che, avendone i requisiti per l’accesso, intenda frequentare:

  • un master o un corso di perfezionamento, di durata almeno annuale e fondato sull’accumulo di non meno di 60 crediti formativi universitari o accademici annui;
  • una scuola di specializzazione;
  • una scuola o un corso di dottorato di ricerca;
  • un corso di studio presso un’Accademia militare;
  • un corso di studio di II livello presso un ateneo italiano o estero.

Durante il periodo di sospensione della carriera, lo studente conserva l’iscrizione all’Anno Accademico in modalità sospesa sulla matricola del corso di studio sospeso, mentre può avere un’iscrizione attiva sulla matricola del corso di studio che ha generato la sospensione. l’Istituto della sospensione della carriera consente allo studente di non violare il divieto della contemporanea iscrizione.

Durante il periodo di sospensione della carriera, lo studente non può compiere alcun atto di carriera per il corso di studio sospeso, mentre può svolgere regolarmente la carriera nel corso di studio causa della sospensione.

Durante il periodo di sospensione della carriera, lo studente non è tenuto al versamento delle tasse e dei contributi.

Il periodo di sospensione della carriera non è preso in considerazione ai fini della valutazione del merito per l’ottenimento dei benefici per il Diritto allo Studio Universitario.

Il periodo di sospensione sospende i termini di decadenza.

La sospensione della carriera può essere chiesta una sola volta nel corso della carriera accademica dello studente.

Il periodo di sospensione della carriera può protrarsi limitatamente alla durata regolare del corso di studio causa della sospensione.
11.1.2 Domanda di sospensione della carriera
La sospensione della carriera deve essere richiesta prima di perfezionare l’iscrizione al corso di studio che causa la sospensione.

La richiesta di sospensione della carriera deve essere presentata attraverso l’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o distribuito dalla Segreteria degli studenti, alla quale sarà restituito debitamente compilato e accompagnato dalla consegna del libretto di iscrizione al corso di studi sospeso.

La domanda di sospensione della carriera deve essere presentata dal 1 luglio al 30 settembre di ogni anno.

11.2 INTERRUZIONE DELLA CARRIERA

L’interruzione della carriera può avvenire per:

  1. un periodo di interruzione di fatto degli studi fino a tre Anni Accademici per il I livello e fino a due Anni Accademici per il II livello senza rinnovo dell’iscrizione e senza pagamento delle tasse e dei contributi dovuti;
  2. un periodo di interruzione degli studi dovuto a gravi e documentati motivi; tale interruzione può essere concessa dal Direttore, sentito il Consiglio Accademico.

Durante il periodo di interruzione della carriera lo studente non ha un’iscrizione attiva all’Anno Accademico e pertanto non potrà compiere alcun atto di carriera.

Il periodo di interruzione della carriera è preso in considerazione ai fini della valutazione del merito per l’ottenimento dei benefici per il Diritto allo Studio Universitario.

Il periodo di interruzione della carriera, nel caso sia concesso dal Direttore, sospende i termini di decadenza.

Ad eccezione dell’interruzione di fatto, l’interruzione della carriera può durare più Anni Accademici, fermo restando il rispetto dei termini di decadenza dagli studi e può essere effettuata per più periodi durante la carriera universitaria dello studente.

L’interruzione della carriera è richiesta con apposita modulistica e decorre dalla presentazione della domanda per un periodo massimo di 12 mesi, dopo i quali cessano gli effetti oppure dovrà essere presentata una nuova domanda.

11.3 RIATTIVAZIONE DELLA CARRIERA DOPO LA SOSPENSIONE

La richiesta di riattivazione della carriera del corso di studio sospeso deve essere effettuata attraverso l’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o distribuito dalla Segreteria studenti, alla quale sarà restituito debitamente compilato, e può essere presentata solo a seguito del conseguimento del titolo di studio causa della sospensione o della rinuncia formale all’iscrizione allo stesso.

È ammessa, la riattivazione della carriera nel caso lo studente debba sostenere nella successiva sessione la sola prova finale del corso di studi che ha causato la sospensione della carriera.

La domanda di riattivazione della carriera per l’Anno Accademico a venire deve essere presentata dal 1 al 31 Luglio.

11.4 RICONGIUNZIONE DELLA CARRIERA DOPO L’INTERRUZIONE

Dopo il periodo di interruzione della carriera, contestualmente alla richiesta di rinnovo dell’iscrizione all’Anno Accademico a venire, lo studente che intenda proseguire gli studi deve presentare la richiesta di ricongiungimento della carriera compilando l’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o distribuito dalla Segreteria studenti, alla quale sarà restituito debitamente compilato e corredato della documentazione prevista.

Nel caso dell’interruzione di fatto, o comunque non concessa dal Direttore, alla domanda di ricongiunzione devono essere allegate le attestazioni dei versamenti dovuti, pari all’ammontare delle tasse di iscrizione per gli anni non frequentati.

La domanda di ricongiungimento della carriera per l’Anno Accademico a venire deve essere presentata dal 1 al 31 Luglio

11.5 PASSAGGI INTERNI

Lo studente di un corso accademico di I o di II Livello può chiedere in qualunque anno di corso , con domanda inoltrata al Direttore, il passaggio ad altro corso di studio di corrispondente livello, attivato presso il Conservatorio, con il riconoscimento totale o parziale dei crediti eventualmente già acquisiti. In ogni caso il passaggio è condizionato al superamento dell’esame di ammissione. La commissione didattica delibera circa il riconosciemtno dei crediti conseguiti validi per il nuovo curriculum e indica l’anno di corso al quale lo studente è ammesso.

La presentazione del passaggio di corso deve avvenire entro il 31 luglio.

 

12. RINUNCIA AL PROSEGUIMENTO DEGLI STUDI E DECADENZA DAGLI STUDI
12.1 RINUNCIA AL PROSEGUIMENTO DEGLI STUDI

Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento al proseguimento degli studi comunicandolo per mezzo dell’apposito modulo scaricato dal sito www.consbs.it o distribuito dalla Segreteria studenti, alla quale sarà restituito debitamente compilato e accompagnato dalla consegna del libretto di iscrizione al corso di studi sospeso.

La comunicazione di rinuncia sarà accolta nel solo caso in cui lo studente risulti in regola con il versamento delle tasse e dei contributi. In caso diverso lo studente resterà immatricolato sino al naturale decadenza dagli studi e pertanto nel frattempo non potrà frequentare a tempo pieno alcun altro corso di studi in alcun’altra Istituzione di Formazione Superiore

La rinuncia è irrevocabile, ma non esclude la possibilità di una nuova immatricolazione, anche al medesimo corso di studio.

In caso di rinuncia alla prosecuzione degli studi entro il 31 ottobre lo studente potrà richiedere il rimborso della metà del contributo omnicomprensivo annuale versato.

La II rata sarà dovuta nel caso in cui lo studente rinunci alla prosecuzione degli studi oltre il termine del 31 Marzo.

All’atto della rinuncia dello studente il Conservatorio rilascia la certificazione della carriera svolta e dei crediti conseguiti fino a quel momento.

Lo studente che, dopo avere rinunciato, venga riammesso alla prosecuzione della carriera dovrà versare il contributo per la ricognizione degli studi di € 100,00.

12.2 DECADENZA DAGLI STUDI

Dopo un periodo di interruzione degli studi superiore a tre Anni Accademici consecutivi, lo studente decade dagli studi.

Lo studente non potrà più compiere alcun atto di carriera né richiedere la ricongiunzione di carriera.

Si considera altresì decaduto dagli studi lo studente che non concluda il corso di studi entro tanti anni fuori corso quanti sono gli anni di durata normale degli studi, escludendo dal calcolo gli anni fruiti a tempo parziale, i periodi di sospensione e di interruzione della carriera.

È altresì dichiarato decaduto lo studente che al termine del terzo anno del I livello e del secondo anno del II livello non abbia acquisito almeno 60 crediti.

Lo studente che in seguito intenda riprendere gli studi dovrà sottoporsi nuovamente all’esame di ammissione e, nel caso occupi una posizione utile nella graduatoria stilata a seguito della selezione, dovrà richiedere una nuova immatricolazione.

13. TASSE E CONTRIBUTI
13.1 PRIMO ANNO ACCADEMICO DI FREQUENZA

13.1.1 Versamenti dovuti per l’immatricolazione
Il candidato ammesso a frequentare un Corso Accademico di I o di II livello nel primo Anno Accademico di frequenza dovrà versare:

la tassa di immatricolazione di € 20
la tassa per il Diritto allo Studio Universitario di € 140,00
il contributo omnicomprensivo annuale per l’Anno Accademico entrante.

L’immatricolazione, necessaria per poter iniziare a frequentare le lezioni, avverrà solo a fronte del versamento di tutte le tasse e i contributi dovuti.
13.1.2 Contributo omnicomprensivo
Il contributo omnicomprensivo annuale è fissato dal Regolamento tasse e contributi consultabile sul sito.

 

13.2 STUDENTI IMPEGNATI A TEMPO PARZIALE

Gli studenti che hanno ottenuto la qualifica di studenti impegnati a tempo parziale nelle attività didattiche sono tenuti al pagamento delle tasse e dei contributi accademici seguenti:

la tassa di frequenza per l’Anno Accademico a venire limitatamente alla I rata;
la tassa regionale a favore dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

Nell’Anno Accademico successivo a quello nel quale abbia ottenuto la qualifica di studente impegnato a tempo parziale, lo studente sarà tenuto al versamento della sola II rata della tassa di frequenza.

Modalità, scadenze, sono uguali a quelle previste per il primo anno.

13.3 STUDENTI DIPLOMANDI

Gli studenti diplomandi, vale a dire coloro che abbiano ottemperato a tutti gli obblighi di frequenza e intendano sostenere la Prova finale entro la sessione invernale non devono iscriversi per l’Anno Accademico successivo.

Nel caso di mancato conseguimento del titolo entro tale sessione, gli studenti diplomandi saranno tenuti a presentare la domanda di iscrizione all’Anno Accademico successivo e a versare le tasse e i contributi non aumentati del diritto di mora, con quota ridotta a € 200,00 per il Triennio e € 300,00 per il Biennio.

Sono tenuti a presentare la domanda di iscrizione e a versare le tasse e i contributi previsti gli studenti diplomandi che intendano usufruire di servizi quali la mobilità internazionale e la collaborazione a tempo parziale.

13.4 CONSEGUENZE DELLA CONDIZIONE DI MOROSITA’

Lo studente che non sia in regola col pagamento di tasse e contributi non può:

essere ammesso alla frequenza e agli esami di profitto;
essere iscritto all’anno successivo di corso;
ottenere alcun certificato relativo alla sua carriera di studio per la parte che si riferisce al difetto di pagamento;
ottenere il trasferimento ad altra istituzione di formazione superiore.

13.5 ENTI PREPOSTI AI CONTROLLI

Le autocertificazioni e le dichiarazioni prodotte dallo studente sono soggette a controllo presso gli enti e le competenti Amministrazioni dello Stato (Regioni, uffici dell’Amministrazione Finanziaria dello Stato, della Polizia Tributaria, Uffici Catastali, Comuni, Enti Previdenziali e altri soggetti idonei).

In particolare sulle dichiarazioni di natura economico-patrimoniale-familiare rese dallo studente ai fini dell’ottenimento di benefici per gli studenti capaci e meritevoli privi di mezzi, non destinati alla generalità degli studenti, questa Amministrazione attiva un servizio con procedure di controllo sulle posizioni sostanziali reddituali e patrimoniali.

Inoltre il Conservatorio di Brescia, in collaborazione con la Guardia di Finanza, anche attraverso lo scambio di dati con sistemi automatizzati del Ministero dell’Economia e delle Finanze, controlla la veridicità delle dichiarazioni di natura economico-patrimoniale-familiare rese dallo studente ai fini della determinazione della fascia contributiva.

14. BORSE DI STUDIO E COLLABORAZIONI A TEMPO PARZIALE
14.1 BORSE DI STUDIO

Il Conservatorio di Brescia può erogare assegni e borse di studio e attivare ogni forma di sostegno economico allo studio, compreso il lavoro a tempo parziale degli studenti.

14.2 COLLABORAZIONI A TEMPO PARZIALE

Il Conservatorio di Brescia può predisporre a favore degli studenti contratti di collaborazione a tempo parziale per lo svolgimento di attività connesse ai servizi resi agli studenti.

Ciascuna collaborazione comporterà un’attività per un massimo di 150 ore che, di norma, dovrà essere completata entro l’Anno Accademico in corso.

Le presenze dei collaboratori saranno articolate in modo da assicurare la piena compatibilità delle prestazioni con i doveri didattici e gli impegni di studio, che dovranno conservare il loro carattere di priorità e di assoluta prevalenza nell’attività degli studenti.

La collaborazione non si configura in alcun modo come un rapporto di lavoro subordinato, non dà luogo ad alcuna valutazione ai fini dei pubblici concorsi, né a riconoscimento di crediti utili alla carriera dello studente.

Il compenso per tale attività è fissato in € 8,50 l’ora ed è sottoposto alla tassazione prevista dal DPR n. 917 del 22.12.86 art. 50 comma primo lettera c, modificato dal D. Lgs. n. 344 del 12.12.2003 a far data dal 01.01.2004. Il pagamento sarà effettuato a conclusione dell’attività prevista, a seguito di una verifica delle prestazioni effettuate.

A tali collaborazioni possono accedere gli studenti iscritti ad un Corso Accademico di I o di II livello presso il Conservatorio di Musica di Brescia in possesso dei seguenti requisiti:

maggiore età;
diploma di scuola media superiore.

A tali collaborazioni si accede mediante concorso, secondo le modalità e i criteri determinati a tempo debito.