Organo e Musica Liturgica - DCPL 66

Brescia
Corsi di Diploma Accademico di I Livello (Trienni)

TRIENNIO IN  ATTESA DI APPROVAZIONE MINISTERIALE

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Organo e musica liturgica, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento e delle relative prassi esecutive nella liturgia cattolica e con accenni anche a quella protestante, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali-corali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione. Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo.
Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione nella liturgia. E’ obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
– Organista per il servizio liturgico
– Strumentista solista
– Strumentista in gruppi da camera
– Strumentista in formazioni orchestrali da camera
– Strumentista in formazioni orchestrali sinfoniche

PIANOFORTE

  1. Esecuzione di 1 studio su 2 presentati dal candidato a scelta tra: C. Czerny (op. 299), J.B. Cramer (60 Studi), M. Clementi (Gradus ad Parnassum);
  2. Esecuzione di un Preludio e fuga del Clavicembalo ben temperato di J. S. Bach;
  3. Esecuzione di 2 movimenti di carattere differente tratti da una Sonata di W. A. Mozart (esclusa la sonata KV 545);
  4. Lettura a prima vista di un facile brano a scelta della commissione.

 

ORGANO

  1. Esecuzione di un brano su due presentati dal candidato di media difficoltà scelto tra le opere di autori antichi della scuola italiana (sec. XVI-XVII);
  2. un Preludio e fuga (esclusi gli 8 Piccoli preludi e fughe BWV 553-560), o Fantasia e fuga, o Toccata e fuga di J.S. Bach a scelta del candidato o 2 Preludi-corali a scelta fra i più significativi dell’Orgelbüchlein;
  3. un brano di media difficoltà con pedale obbligato di autore romantico o moderno (fino al 1950) a scelta del candidato;
  4. un brano scritto dal 1950 ad oggi a scelta del candidato;
  5. lettura a prima vista di un facile corale a 4 voci o di un inno liturgico a scelta della commissione;
  6. accompagnamento a prima vista di un facile canto liturgico moderno a scelta della commissione tra i seguenti autori: D. Bartolucci, V. Donella, G. Manzino, S. Marcianò, P. Santucci, T. Zardini, L. Picchi.

Colloquio di carattere generale e motivazionale.