Nuovo biennio in Popular music a indirizzo compositivo-polistrumentale

Il Conservatorio di Brescia ha richiesto l’attivazione del Biennio in popular music a indirizzo compositivo e polistrumentale a partire dal prossimo a.a. 2022-23. Le ammissioni saranno aperte presumibilmente nel periodo 15 settembre – 15 ottobre, dopo l’accreditamento presso il ministero (non fare domanda nel mese di aprile).

Per il piano di studi e l’esame di ammissione consultare questa pagina.

Altre info: francesco.villa@consbs.it

Unico in Italia, sarà strutturato nei cinque indirizzi – canto pop-rock, batteria e percussioni pop-rock, basso elettrico pop-rock, chitarra elettrica pop-rock e pianoforte e tastiere pop rock – tutti accomunati dalla stessa curvatura a carattere compositivo-polistrumentale.

Linee-guida

  • Ricerca di una dimensione artistica e originale svincolata o comunque non necessariamente collegata alla produzione mainstream, perciò non vincolata prioritariamente a criteri di tipo commerciale.
  • Ricerca di ibridazioni con altri generi musicali: jazz, musica colta contemporanea, musica etnica e musica popolare, musica elettronica.
  • Il gruppo musicale a carattere polistrumentale come momento privilegiato di progettazione e realizzazione di brani, nella forma del collaborative songwriting, con una costante prevalenza dell’approccio empirico, dalla stesura delle prime idee al prodotto finito, che ha come tipico luogo di lavoro un corso di musica d’assieme – centrale nel progetto – gestito da un docente-tutor con competenze compositive e di arrangiamento. L’idea è quella di coordinare gruppi di lavoro relativamente fissi che già in sede scolastica inizino a delineare una propria poetica originale, anche nei termini di una complementarità di attitudini (composizione, testo, produzione e arrangiamento) e con possibili esiti laterali rispetto al genere popular in senso stretto, anche mediante una modularità dei ruoli che permetta di creare insiemi di brani diversi per sonorità grazie alla poliedricità strumentale dei componenti.
  • Distinzione rispetto al profilo professionale che tende a creare strumentisti specializzati da inserire tipicamente come turnisti in studio di registrazione o per lavorare in produzioni come esecutori, privilegiando invece un lavoro più autonomo e creativo che sperabilmente dia nuovi contributi al genere.

L’offerta formativa per la dimensione polistrumentale è costituita dallo strumento (o canto) principale, da un secondo strumento obbligatorio pop o classico, Tastiere elettroniche e un Laboratorio di ensemble vocale. Per la parte compositiva agiranno Tecniche compositive, Musica d’insieme – Composizione e arrangiamento di gruppo, Elaborazione di testi per la popular music e Informatica musicale orientata alla produzione popular.