Modalità di svolgimento della prova finale

Studenti dei corsi strumentali

Gli studenti dei corsi strumentali sia classici che jazz potranno scegliere tra le seguenti modalità di svolgimento della prova finale:

Modalità A)

  • esecuzione strumentale, connessa con l’argomento della tesi, di durata compresa tra i 10 e i 20 minuti per il triennio di I livello e tra i 20 e i 30 minuti per il biennio di II livello;
  • elaborato scritto consistente in un testo di non meno di 30.000 caratteri spazi esclusi per il triennio di I livello, 50.000 per il biennio di II livello, integrato da eventuali trascrizioni, esempi musicali o altri materiali utili.

Modalità B)

  • esecuzione strumentale, connessa con l’argomento della tesi, di durata compresa tra i 30 e i 40 minuti per il triennio di I livello e tra i 40 e i 50 minuti per il biennio di II livello;
  • programma di sala relativo al programma strumentale, in lingua italiana o inglese; il programma deve comprendere, oltre all’elenco delle composizioni eseguite, al curriculum dell’esecutore/i e alle eventuali fotografie, una presentazione di almeno 4000 caratteri delle composizioni eseguite con contestualizzazione storica facoltativa.

Studenti dei corsi non strumentali

La prova finale consisterà nella discussione dell’elaborato scritto e in una prova di carattere interpretativo e/o compositivo da svolgersi secondo le seguenti modalità:

  • per gli studenti di Composizione: presentazione di un lavoro compositivo connesso con l’argomento della tesi, per organico libero, di durata compresa tra i 5 e i 10 min per il triennio e tra i 10 e i 20 minuti per il biennio;
  • per gli studenti di Musica corale e direzione di coro: discussione delle tecniche di direzione connesse a una partitura vocale/corale analizzata nell’elaborato scritto, oppure presentazione di una composizione per coro di durata compresa tra i 5 e i 10 min per il triennio e tra i 10 e i 20 minuti per il biennio;
  • per gli studenti di Direzione d’orchestra: discussione delle tecniche di direzione connesse a una partitura orchestrale analizzata nell’elaborato scritto; la modalità B descritta nel punto 5.3.1 è possibile per gli studenti di Direzione d’orchestra solo nel caso sia effettivamente disponibile un’orchestra per l’esecuzione strumentale;
  • per gli studenti di Composizione jazz: esecuzione di un programma, connesso con l’argomento della tesi, comprendente composizioni originali e/o arrangiamenti, di durata compresa tra i 10 e i 20 minuti per il triennio di I livello e tra i 20 e i 30 minuti per il biennio di II livello e presentazione della relativa partitura.

L’elaborato scritto dovrà consistere in un testo di non meno di 30.000 caratteri spazi esclusi per il triennio di I livello, 50.000 per il biennio di II livello, integrato da eventuali trascrizioni, esempi musicali o altri materiali utili.

Studenti dei corsi di Didattica della musica

Prova finale del Triennio di Didattica della musica

  • Presentazione e discussione di un elaborato scritto di argomento attinente agli studi svolti nel triennio.
  • Esecuzione strumentale di due brani preferibilmente connessi con lo sviluppo della tesi e argomentazione in merito alla valenza formativa degli stessi.

Prova finale del Biennio di Didattica della musica

  • Presentazione e discussione di un elaborato scritto di argomento attinente agli studi svolti nel biennio. Per ogni specifico indirizzo, il Consiglio di Dipartimento potrà prevedere specifiche prove pratiche integrative.

Studenti dei corsi di Popular music (solo triennio a indirizzo compositivo e tutti i bienni)

Modalità A) – Esecuzione di brani originali composti dallo studente per una durata complessiva compresa fra i 10 e i 20 minuti; l’esecuzione dovrà prevedere una formazione più o meno ampia a seconda dell’arrangiamento, potrà utilizzare delle sequenze audio preregistrate laddove non riproducibili con gli strumenti naturali o quando il brano richiede sezioni ampie dell’orchestra (back-track). – Elaborato scritto pertinente alla prova esecutiva consistente in un testo di non meno di 50.000 caratteri spazi esclusi, integrato da eventuali trascrizioni, esempi musicali o altri materiali utili. Modalità B) – Esecuzione di brani originali composti dallo studente per una durata complessiva compresa tra i 20 e i 30 minuti con le stesse caratteristiche della modalità A. – Programma di sala relativo all’esecuzione in lingua italiana e inglese; il programma deve comprendere, oltre all’elenco delle composizioni eseguite, al curriculum dell’esecutore/i e alle eventuali fotografie, una presentazione di almeno 4000 caratteri delle composizioni eseguite

Studenti dei corsi di Discipline storiche, critiche e analitiche della musica

Prova finale del Triennio di Discipline storiche, critiche e analitiche della musica

  • presentazione e discussione di un elaborato scritto di argomento musicologico o analitico consistente in un testo di non meno di 60.000 caratteri spazi esclusi;

oppure

  • edizione critica di una composizione vocale o strumentale.

Programma strumentale

Le prove esecutive di cui ai punti precedenti dovranno evidenziare l’acquisizione delle competenze strumentali coerenti con quelle previste al termine di un percorso di studio accademico, mediante programma di difficoltà non inferiore a quello stabilito per l’ultima annualità di prassi esecutive e repertori.

  • Tali prove potranno comprendere brani già oggetto di precedenti esami. È fatta eccezione per la modalità “programma di sala”, il cui programma strumentale dovrà comprendere composizioni mai eseguite in precedenti esami nella misura almeno del 30% della durata totale.
  • Previa autorizzazione del Direttore, per ultimare la preparazione del succitato programma, lo studente può usufruire di pacchetti di 6 ore di lezione strumentale (cfr. corsi liberi integrativi).

Scadenze

L’elaborato scritto dovrà essere consegnato in segreteria in n. di 3 copie cartacee e una copia su supporto informatico, unitamente al Libretto degli Esami e alla Domanda di discussione della tesi. Le scadenze per la consegna sono le seguenti:

  • per la sessione di laurea estiva: 10 giugno
  • per la sessione di laurea autunnale: 10 ottobre
  • per la sessione di laurea invernale: 10 febbraio

Redazione del testo

Nella stesura dell’elaborato scritto si invitano gli studenti ad attenersi alle norme contenute nel testo “Suggerimenti per la redazione della tesi”, consultabile sul sito http://www.consbs.it.

VALUTAZIONE

Il voto finale sarà espresso in centodecimi.

Il calcolo della media dei voti e il punteggio attribuito alla prova finale vengono effettuati secondo le seguenti procedure:

  • calcolo della media ponderata:
    1. per ogni esame superato dal candidato, la votazione viene moltiplicata per il numero dei crediti corrispondenti; la lode attribuita ad un esame viene equiparata a una votazione di punti 32;
    2. tutti i valori così ottenuti vengono sommati;
    3. la somma ottenuta al precedente punto b. viene divisa per la somma dei crediti relativi alle discipline per le quali viene attribuito un voto;
    4. il risultato di cui al precedente punto c. costituisce la media di partenza del candidato;
    5. tale media di partenza, inizialmente in trentesimi, viene rapportata ad un voto in centesimi;
  • attribuzione del voto finale: la Commissione d’esame potrà attribuire alla prova finale un massimo di 12 punti; tale punteggio verrà sommato alla media di partenza; nel caso che il candidato raggiunga o superi i 110 punti complessivi, la Commissione ha facoltà di assegnare la lode all’unanimità.