Prassi Esecutive e Repertori II

Discipline interpretative della musica antica
COMA/16 Canto rinascimentale e barocco
Corsi di Diploma Accademico di I Livello (Trienni)
Informazioni generali
Tipologia d'insegnamento individuale
Frequenza minima 66.6%
Ore 36
CFA19
Valutazione Esame
Programma di studi

Tecnica
Continuazione del lavoro tecnico già iniziato e aggiunta di elementi specifici per lo stile antico, quali il rapporto tra emissione del suono e parola, realizzazione degli abbellimenti, tirate di agilità, estensione vocale.

Ornamentazione vocale: portare a conoscenza e illustrare agli studenti i diversi tipi di abbellimenti codificati principalmente nella musica vocale del XVII e XVIII secolo, in Italia, Francia e Germania. Utilizzando la seguente trattatistica specifica: G. Caccini – Prefazione a “Le nuove musiche”, F. Rognoni – Selva de’ vari passaggi, G.B. Mancini – Il canto figurato, R. Erig – Italian Diminutions

 

Repertorio  
La cantata a voce sola e con strumenti del XVII e XVIII secolo, nelle sue diversità tra scuola romana (Carissimi, Stradella), veneziana (Vivaldi, Lotti), e napoletana (Scarlatti, Durante).
Solfeggi (Leo, Porpora, ecc.)
Continuazione repertorio operistico del XVII secolo.

Esame

Esecuzione di un solfeggio estratto tra 6 presentati dal candidato.
Esecuzione di una cantata profana della seconda metà del XVII secolo o del XVIII secolo.
Esecuzione di un’aria con recitativo tratta da un’opera del seicento.
Esecuzione di un’aria sacra del XVIII secolo.